5 consigli per salvare l’albero di Natale

Tuo figlio è una piccola peste e sei preoccupata per le tue decorazioni natalizie? Qui ti dico come ho risolto io

bambini albero di natale

Natale è la loro festa.

Sono loro che devono divertirsi.

Le decorazioni e le lucine sono per loro.

Laddove “loro” sta per “i bambini”, ovviamente.

Questo mi ripetono – più o meno tutti – appena chiedo consiglio su come salvare il mio albero di Natale dalle grinfie di una piccola teppista qual è la mia bimba di 16 mesi.

Ma io non ci sto.

Non ci sto a questa norma che il piccolo di casa è una specie di sovrano, di monarca assoluto, e che tutto sia sempre e soltanto in funzione sua.

Sarà bello un giorno poter addobare l’abete insieme a mia figlia, ma, per il momento, lei vede le mie palline di vetro decorate come… palline per giocare. Né più né meno.

bambina regalo albero di natale
Un giorno sarà (spero) così

E non sono una mamma egoista e cattiva, mi preoccupo tanto anche per la sua sicurezza.

Chi ripete che l’albero si fa per loro non considera le luci attaccate alle prese, non considera che potrebbe essere strattonato e tirato giù, non considera le schegge di vetro di una pallina caduta che potrebbero ferire il piccolo …

E allora basta. Ho deciso. Quest’anno…

Alla larga dal mio albero di Natale!

Queste sono le mie idee per un Natale sicuro e felice per tutta la famiglia:

1) LO STECCATO.

È la proposta che amo di più e quella che ho deciso di mettere in atto. L’albero si fa con tutte le sue bellissime decorazioni, con le luci, con i ninnoli preziosi. Da manuale.

E poi si compra un bello steccato in un negozio di bricolage e si circonda l’abete.

L’effetto è delizioso e ricorda tanto le case americane che vediamo nei film. Certo, ha un costo, ma mette d’accordo tutta la famiglia.

La mamma, perché ha potuto appendere la palla vintage fragilissima, caro ricordo di famiglia. Il papà, perché (almeno nel mio caso) si è divertito a montare il recinto. E la figlia, che resta a bocca aperta davanti al trionfo di luci, cristalli e colori.

albero-di-natale-recintato
Fonte: Pinterest
2) L’IRRAGGIUNGIBILE.

Chi l’ha detto che se non è alto 2 metri non è bello? Si possono fare meraviglie anche con un alberello da 50 cm! E a quel punto potete collocarlo in alto, su una mensola, su un mobile… dove preferite!

alberelli-tappi-sughero

3) IL COMPROMESSO.

Scegliete decorazioni di stoffa e altri materiali a prova di bambino. Addobbate il vostro abete con biscotti (magari preparati insieme a lui), peluche e campanelle. Ma attenzione! Per questioni di sicurezza è meglio evitare di mettere le luci e conviene comunque trovare una soluzione per fissare l’albero (o almeno la cima) alla parete, così da evitare eventuali crolli in caso di urti o strattonamenti.

albero di natale peluche
Si possono attaccare all’albero i suoi pupazzetti preferiti
4) L’ALTERNATIVO.

Chi l’ha detto che a Natale bisogna rispettare le tradizioni e fare il classico albero? Il web brulica di idee e se avete un po’ di manualità potrete crearne uno moderno, elegante, shabby chic… Di legno, di stoffa, con materiali di recupero… A seconda dei vostri gusti, insomma! Avrete un oggetto personalissimo e molto più sicuro per i più piccini. L’unico contro è che potrebbe mancare quel certo non so che nell’atmosfera natalizia.

albero di natale alternativo
Un albero alternativo può essere anche un oggetto d’arredamento originale

alberi-natalizi-alternativi

5) L’ESTERNO.

Vuoi l’albero di Natale classico. Bello grande e con tante luci. Non vuoi spendere soldi per lo steccato, non hai manualità, odi i pupazzetti e i biscotti di pan di zenzero. Ma hai una piccola peste in casa, come si fa? Ecco qua, la risposta è contenuta nella domanda.

Ovvero non lo fai dentro casa.

Hai un balcone, un terrazzo, un giardino? Mettilo fuori! Col tuo bambino in braccio, totalmente al sicuro, ti affaccerai dalla finestra e da lì lo vedrai risplendere e scintillare… Magari sotto la neve!

albero di natale in giardino
Una perfetta atmosfera natalizia da godersi al calduccio dentro casa