Party Planner. Una festa da supereroi

Di come organizzare un compleanno all’aperto con 15 bambini senza animatore. Alert: non provate a rifarlo a casa (se non avete un allenamento da marine)

Matilde era stata molto chiara: dopo che l’anno scorso avevamo organizzato un party tra femmine tutto rosa e glitter, con unicorni in ogni dove, quest’anno voleva coinvolgere tutta la classe. Il tema lo ha scelto lei, e devo dire che è stato un successo: supereroi.

Perché i supereroi?

Perché ogni bambino e bambina si sente invincibile, in cuor suo. Perché maschere e mantelli affascinano a tutte le età. E anche grazie alla Marvel che negli ultimi anni ha sdoganato le supereroine trasformandole da oggetti sexy per adolescenti (maschi) un po’ nerd a role model per le bambine. Mentre per i più piccini sono arrivati anche i Superpigiamini, che hanno portato l’elemento maschera+mantello anche al pubblico sotto i 3/4 anni.

Svolgimento

Con congruo anticipo ordinate mantelli e maschere (ci mettono una ventina di giorni ad arrivare se li prendete qui)

Diramate gli inviti (io ho creato questo template su Canva, personalizzato con wonder woman).

Munitevi di uno do due tavoli pieghevoli, tovaglie di carte e generi di prima necessità facilemnte trasportabili.

Pensate a un buffet il più semplice possibile. Noi avevamo

  • Pizzette ordinate e ritirate da un ottimo forno in zona
  • Brownies
  • Dolcetti al cocco
  • Panini mignon farciti

Per una merenda, con acqua (avevo preso le bottigliette con il beccuccio in modo da ridurre la quantità di bicchieri necessaria) e succhi di frutta è stato più che sufficiente.

Ma la torta è stata il mio personale tocco di genio: perché impazzire a trasportare una torta per 20 persone quando puoi fare una torta di cupcakes e comporla al momento senza paura che crolli o si acciacchi nel trasporto?

I giochi

Abbiamo la fortuna di avere vicino casa un parco con una piccola pista ciclabile, un circuito dove poter fare gare e corse. Ci siamo muniti di birilli (gli stessi che avevamo comprato per la festa a tema Hot Wheels) e abbiamo detto a tutti di portare un mezzo su ruote. Così tra slalom e staffette, medaglie e coppe, li abbiamo stancati a dovere. Immancabile il rubabandiera, ma la vera star è stata la pignatta. Fatta in casa, rigorosamente (su Pinterest trovate un miliardo di tutorial, che la vogliate fare in cartone o in cartapesta. Io ho usato del normale cartoncino di una scatola da imballaggio, nastro carta e decorazioni)

La torta

Anche quella fatta in casa, con il trucco furbo delle cupcakes. Un po’ lunga la preparazione delle coroncine in pasta di zucchero, preventivate una serata piena per un dolce a tema wonder woman! Non solo è stato semplice il trasporto, ma anche lo sporzionamento: niente piatti e forchette usa e getta – e l’ambiente ringrazia.

I bambini sono tornati a casa sporchi, sudati e stremati. Serve aggiungere altro?