Siamo a cavallo! La sua prima lezione di equitazione

Complice la presenza di un cane di notevoli dimensioni che le fa da fratello maggiore, Matilde ha sempre amato gli animali. Con le piume, con il pelo e anche senza. Non credevo che avrei mai sentito frasi come “che teneroso quel coccodrillo”, o “quanto è cuccioloso, mamma, cos’è?” “Un avvoltoio amore”

Passione ereditata con i geni da una ex bambina che divorava enciclopedie sulla natura, guardava documentari al posto dei cartoni e collezionava peluche (che ancora conservo, e che sono passati alla mia degna erede).

Va da sè che appena è stata in grado di stare dritta è salita a cavallo. Il classico giretto sui pony, che in poco tempo è diventato una tradizione domenicale.
A 3 anni abbiamo sperimentato qualche incontro di avvicinamento al cavallo con I cavallini del
Parco, un’iniziativa molto carina (romani, approfittatene!). Si imparano a conoscere i pony, li si spazzola, gli si dà da mangiare, si fanno piccoli esercizi in sella
Però dopo che quest’estate sulla spiaggia di Essaouira l’uomo cui abbiamo finanziato l’università dei figli a forza di giri a cavallo per tutta la famiglia l’ha portata al galoppo sulla battigia, il giretto tenuta per la cavezza non era più sufficiente.

Matilde ha iniziato a chiedere di andare a cavallo

“Ma per davvero mamma, per guidarlo da sola, così quando avrò il mio unicorno saprò cosa fare”

Problema: i corsi vero e propri prima dei 6 anni (ma a volte anche di più) non si trovano. A ragion veduta: lezioni di un’ora sono toste da seguire, e prima di quell’età possono risultare faticose è controproducenti. Ma noi non ci arrendiamo facilmente, e abbiamo trovato il Circolo Ippico Il Ranch (anche vicino casa!) dove è ormai collaudata una formula di mini lezioni adatte ai più piccoli (addirittura dai 3 anni).
Noi le abbiamo sperimentate, e la piccola amazzone è estremamente entusiasta.
Mezz’ora in sella, imparando i primi rudimenti, e soprattutto la sintonia che serve per guidare il pony senza forzature, muovendosi al suo ritmo. Non ha avuto il tempo di stancarsi troppo, ma grazie all’insegnante dedicata già alla seconda lezione ha accennato un piccolo trotto e guidato da sola il pony nello slalom tra i paletti.

E i fratellini più piccoli?

Il Circolo è estremamente baby friendly, ci sono giochi a tema equestre (cavalli a dondolo in primis!) per intrattenere i più piccoli. E anche la possibilità di fare un giretto sui pony , cosa che Tommaso ha apprezzato immensamente. O no?